Esempio tratto dalla pratica

Progetto BIG – lotta contro le malattie infettive in ambito carcerario

Nel 2008 è nato il progetto «Lotta contro le malattie infettive in ambito carcerario (BIG) 2008–2010». Tramite un approccio partecipativo dei gruppi di professionisti interessati (medici delle prigioni, servizi sanitari, direzioni) vengono sviluppate le misure seguenti:

  • Stabilire una sorveglianza epidemiologica solida
  • Sviluppare misure di informazione e formazione per detenuti, personale carcerario e sanitario e medici delle prigioni al fine di garantire un comportamento corretto per quanto riguarda i rischi di infezione e il trattamento di malati e tossicodipendenti nel rispetto degli standard
  • Sviluppare standard obbligatori per la prevenzione, il depistaggio e il trattamento di malattie infettive e terapie per la tossicodipendenza

Obiettivi

  • Ridurre il rischio di trasmissione delle malattie infettive in ambito carcerario
  • Ridurre il rischio di trasmissione delle malattie infettive tra l’ambito carcerario e l’esterno e viceversa
  • Impiegare in ambito carcerario misure di prevenzione, depistaggio e terapia equivalenti a quelle impiegate all’esterno
  • Fornire in ambito carcerario terapie per la tossicodipendenza equivalenti a quelle fornite all’esterno
  • Garantire la durabilità delle misure e degli strumenti sviluppati

Link

www.spectra-online.ch

Condividere la propria esperienza

Avete già diffuso informazioni sanitarie destinate a gruppi sociali svantaggiati? Volete condividere la vostra esperienza con un largo pubblico? Saremo lieti di pubblicare su migesplus i vostri collaudati percorsi di accesso ed esempi tratto dalla pratica!